Nuova Città Metropolitana di Cagliari ? Il ruolo degli Enti Locali

Chi si occupa un minimo di politica regionale in Sardegna, sa che è all’ordine del giorno la possibilità della creazione di una città metropolitana per l’area di Cagliari, (diciamocelo, sulla scia delle opportunità di finanziamento ad essa correlata).

Molti sono i que10570333_737810529589543_7055517842958104605_nsiti intorno a questa possibilità, accelerata dai tempi imposti dalla legge nazionale Del Rio che permette ad alcune Regioni Autonome (non tutte) di istituire tali aree metropolitane. E in Sardegna potrebbe essere per Cagliari. Se n’è discusso nell’aula consiliare del comune di Quartucciu da parte dei diversi amministratori dei comuni coinvolti o/e limitrofi al capoluogo, che hanno dato alcune risposte ai quesiti posti dall’Associazione L’Isola futura, promotrice di questo incontro (come di altre iniziative  formative nell’ambito della democrazia partecipativa).

Le questioni aperte sono di varia natura e tutti concordano che questa opportunità non deve essere posta in atto semplicemente per il finanziamento: sarebbe una strage istituzionale e di governance. Molti i primi cittadini e amministratori che si sono susseguiti, come il sindaco – o come meglio ama farsi chiamare la sindaca di Quartucciu Sandra Pulga, Mario Fadda di Maracalagonis, Paolo Loddo di Ussana a nome anche di Monastir e San Sperate, ma anche consiglieri comunali come Francesco Piludu e Stefano Delunas di Quartu, Franco Ghiani di Monserrato, il consigliere regionale Giampietro Comandini o sindaci storici come Tore Sanna di Villasimius, lo stesso Dino Pusceddu che ha coordinato l’incontro e Giulia Andreozzi presidente dell’associazione Isola Futura etc.) . Hanno dato un contributo attraverso la loro lettura e interpretazione ai quesiti proposti: quanto l’area dovrebbe essere estesa  (5, 7, 12, 16, 23 Comuni ?), che Governance dovrebbe esserci (intermedia, tra il livello Comunale e Regionale, ruolo della rappresentanza, ovvero elettiva o delegata dai Comuni, scollamento tra questa città e gli altri comuni della cerchia esclusi, altre aree regionali), quali vantaggi e svantaggi emergerebbero (economie di scala, autonomia ecc.) e soprattutto quali funzioni andrebbero delegate a tale organismo (pianficazione, mobilità, servizi sociali…) .

 SALINE poetto orizzontale v2

Molti tra i presenti, ex consiglieri provinciali hanno messo in luce la vacanza istituzionale e di governance determinata dalla perdita del ruolo delle provincie ed hanno evidenziato la necessità di identificare soluzioni che non possono fermarsi all’area metropolitana. Poco senso ha, è emerso anche alla luce dell’intervento di Tore Sanna, includere comuni come Villasimius o altri comuni distanti dall’area metropolitana, che invece hanno bisogno di una razionalizzazione a livello di Unione dei Comuni (e poi magari anche a livello di Associazioni delle unioni) .

La questione evidentemente non è di sola geometria ma di funzioni che vanno accorpate per essere sinergici, di definizione di processi e risorse messi a fattor comune. Ed anche il rapporto con i cittadini e della loro rappresentanza risulta essere un punto chiave.
Molte questioni, inoltre sono ancora aperte tra alcuni Comuni dell’hinterland (Quartucciu, Monserrato ed Elmas) e il capoluogo, in termini di patrimonio o di altri aspetti che devono comunque essere affrontati.

Spunti interessanti sono emersi, serve ora coinvolgere con intelligenza anche la cittadinanza e tutti i corpi intermedi che possono esplorare, alla luce delle esperienze nazionali e internazionali (aspetto assente nell’incontro), le soluzioni più idonee per il nostro territorio. Certo è che va adottato e diffuso un maggior spirito collaborativo tra le amministrazioni, identificati e implementati strumenti di governance intercomunali (come i sistemi informativi territoriali) anche se la partita pare più che si giochi all’interno della Regione con il disegno di riordino degli Enti  Locali.

 Carlo Crespellani Porcella
altra news su crespellani.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...